info@archivitaliani.it

La Casa Totiana – L’archivio di Gianni Toti

Pubblicato da Massimo Laurenzi / agosto 5, 2013 / , , , , , , , , / 0 Commenti

di Massimo Laurenzi

GIANNI-slide-interne-LCT

•    Gianni Toti e Marinka Dallos. Il tempo affastellato.
Che si debba enumerarlo il tempo, che lo si debba codificare per annullarlo? Sopperire all’inesorabile. Ri-bel-larsi credo, ribellarsi. Partigiano, giornalista, poeta, videoartista, Gianni Toti immaginava di fondere, probabilmente di con-fondere, la parola con il gesto. Un gesto che si immagina e al contempo si pronuncia. La parola che non resta sul foglio, la parola che smette di fissarsi. Il gesto di una pittrice naif che disegna e al contempo elabora. Il gesto di Marinka verso Gianni e di Gianni verso Marinka. La Casa Totiana, la loro casa, la loro proiezione. Il materiale straordinario, in essa contenuto, coesiste e reagisce. La contingenza del tempo speso e di quello risparmiato pesa sulla sua sedimentazione, sulla sua agglomerazione. Gli oggetti meditano il ricordo e sopravvivono, il giallo dei post-it si confonde con la vecchiaia della carta (in fondo, cos’è l’ossidazione se non senilità cartacea?).


L’origine di tutto questo fu al civico 25 di Via dei Giornalisti, nel quartiere Monte Mario a Roma, in cui Gianni Toti e Marinka Dallos vissero come coppia creativa, dagli anni sessanta. La volontà di dare respiro alla documentazione, produsse con il tempo la necessità di un trasferimento. Ma, si può spostare un universo? Di Astro-vistica si trattava, di Archi-mia in fondo. La società RomArchivi che ha gestito il trasferimento nel luglio del 2008, ha provveduto con competenza a non distruggere quell’universo fatto di legami lievi e algoritmi personali. La Casa Totiana è oggi un’Associazione Culturale, che ricorda Gianni Toti e Marinka Dallos attraverso la loro espressione artistica e personale. Al civico 18 di via Ofanto, il tempo si è imparato a contarlo, dando forma a un gesto conosciuto.

IMG_0884
•    La Casa Totiana.
L’Associazione Casa Totiana si è costituita il 16 ottobre 2008 ed è stata inaugurata il 15 maggio 2009 per volontà di Pia Abelli Toti  e di numerosi amici, studiosi, artisti nazionali e internazionali. È stato socio onorario della Casa Totiana Franco della Peruta (Scomparso nel 2011) e lo sono ancora Vittorio Boarini, Armando Cossutta, Maria Jatosti, Carlo Lizzani, Vittoria Ottolenghi e Carla Vasio.
Nel giugno 2010, l’Archivio de La Casa Totiana, comprendente le carte di Gianni e Marinka è stato riconosciuto come archivio di “particolare interesse storico” dalla Soprintendenza Archivistica della Regione Lazio.

DSCN0598 copia

Bibliosmosi
Sono quasi ventimila i volumi che compongono la biblioteca della Casa Totiana. Tutti i libri, disponibili a scaffale aperto, sono catalogati e inventariati. Gli strumenti di ricerca bibliografica, in procinto di essere consultabili on-line, sono ad oggi disponibili presso i locali de La Casa Totiana.
L’ordine di collocazione segue la classificazione originaria costruita nel tempo dallo stesso Gianni Toti. Gli unici interventi compiuti successivamente sono stati: l’organizzazione delle varie sezioni in ordine alfabetico (Autore) e il ricollocamento nelle aree di competenza dei pochi volumi finiti fuori posto.

DSCN0588 copia

Anarchivio
L’Archivio copre oltre sei decenni del XX* secolo e il primo del XXI*. Contiene faldoni e faldoni di corrispondenza, materiali relativi all’infanzia di Gianni Toti, uno scatolone pieno di disegni, una trentina di agende giornaliere, i taccuini e i diari personali, scaffali zeppi di poesie e scritti quotidiani, articoli giornalistici e rassegne stampa dei festivals di letteratura, cinema, videoarte. Bozze di opere pubblicate, innumerevoli progetti, prototipi filmici; materiali preparatori alle videopere, ai lavori teatrali, cinematografici e letterari.

L’Archivio è attualmente in fase di riordino e catalogazione ad opera di Silvia Moretti e Ander Gondraa Aguirre. Le schede delle singole carte sono state immaginate con tags e metatags, al fine di mettere in relazione materiali apparentemente distanti, al fine di rendere nel migliore dei modi fruibile la percezione complessiva dell’intera opera totiana.

DSCN0579 copia

Videare
L’opera videale di Gianni Toti si rende interamente fruibile presso i locali di via Ofanto. Le videopere, già inventariate sono custodite in diversi formati: vhs, beta, umatic.

La Casa Totiana ha avviato progetti di restauro e digitalizzazione di tutte le opere audiovisive di Gianni Toti (compreso un fondo di pellicole 8 e 16 mm) stabilendo una collaborazione con l’associazione bolognese Home-Movies – Archivio Nazionale dei Film di Famiglia e con la partecipazione dell’Università di Modena e Reggio Emilia.

DSCN0578 copia

•    Breviario
Indirizzo Casa Totiana: via Ofanto n* 18 A/7, 00198, Roma.
Telefono: +39. 06. 85300650
Mail: segreteria@lacasatotiana.it
Sito internet: www.lacasatotiana.it
A chi rivolgersi: Dott.ssa Pia Abelli Toti – Dott.ssa Silvia Moretti
Accessibilità: Per appuntamento
Giorni e Orario di accesso: definibili per appuntamento